Press "Enter" to skip to content

L’aurora boreale potrebbe aver contribuito all’affondamento del Titanic,ecco il nuovo studio.

In quella fatidica notte tra il 14 e il 15 aprile 1912, l’apparentemente inaffondabile Titanic colpì un iceberg e affondò, uccidendo oltre mille passeggeri. Più di un secolo dopo, un nuovo studio propone che il Titanic sia stato leggermente lanciato fuori rotta dall’aurora boreale presente durante quella notte. Secondo un ricercatore meteorologico statunitense, l’ultima notte di navigazione del Titanic nell’Oceano Atlantico è stata illuminata dall’aurora boreale.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il ricercatore ha basato il suo studio sui resoconti dei testimoni oculari durante quella notte e sostiene che la tempesta geomagnetica potrebbe essere stata abbastanza grande da influenzare il sistema di navigazione del Titanic in misura piccola ma significativa. Crede che l’interferenza potrebbe aver interrotto la trasmissione wireless tra il Titanic e altre navi vicine, il che ha bloccato le chiamate di soccorso e i messaggi dalla nave che affondava. Tuttavia, l’interruzione magnetica potrebbe anche aver compensato l’errore inviando accidentalmente la posizione di trasmissione del Titanic ad un’altra nave, il che lo porta alla posizione corretta delle scialuppe di salvataggio del Titanic.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Con un’intensità sufficientemente elevata, l’aurora boreale può causare danni. Un esempio di questo è l’ “Evento Carrington ” nel 1859, la più grande tempesta geomagnetica o solare mai osservata dagli astronomi,che provocò notevoli disturbi alla tecnologia del telegrafo,usata in quegl’anni, causando l’interruzione delle linee telegrafiche per 14 ore.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Mila Zinkova, ricercatrice meteorologica indipendente e programmatrice di computer in pensione, ha affermato che la maggior parte degli scrittori che scrivono sul Titanic non sanno che l’aurora boreale era presente quella fatidica notte in cui la nave affondò. Una piccola interferenza sul sistema di navigazione può fare una grande differenza, ha aggiunto. Uno dei sopravvissuti all’affondamento della nave fu Lawrence Beesley che descrisse l’avvistamento dell’aurora boreale dopo che la nave affondò come “un debole bagliore nel cielo davanti a tribordo, i primi bagliori, pensavamo, dell’alba imminente“.

All’inizio, non erano sicuri di quale luce vedessero poiché erano semplicemente contenti di essere stati salvati dallo sfortunato evento. Ma più tardi si rendono conto che era l’ aurora boreale . Allo stesso modo, il secondo ufficiale James Bisset della Carpathia, che era il piroscafo passeggeri della linea Cunard diretto a Fiume in Austria-Ungheria che è arrivò in soccorso dei sopravvissuti, ha raccontato di aver visto l’aurora boreale un’ora prima che il Titanic colpisse l’iceberg.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Annotò sul suo registro che il tempo era calmo e il mare tranquillo senza vento. Quella volta il cielo era sereno e le stelle brillavano così luminose, ma non c’era la luna in vista; solo l’aurora boreale brillava come i raggi di luna visti dall’orizzonte settentrionale. I brillamenti solari hanno causato errori nella navigazione ma hanno anche salvato i sopravvissuti, potrebbero aver leggermente influenzato il sistema di navigazione del Titanic, ma sembra che abbia influenzato anche le altre navi vicine.

Carpathia, un piroscafo passeggeri della linea Cunard diretto a Flume, ha ricevuto coordinate errate, il che li ha portati alle barche a vela di guida del Titanic a circa 13,5 miglia nautiche dalla posizione effettiva del Titanic. Zinkova ha attribuito questo evento agli errori della bussola indotti dal brillamento solare e ha affermato che la luce dell’aurora è diventata utile per le operazioni di salvataggio poiché Carpathia è riuscita a salvare tutti i 705 sopravvissuti dalle 20 scialuppe di salvataggio del Titanic.

Fonte: sciencetimes.com

- Prosegue dopo la pubblicità -

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel). Inoltre è possibile seguire tutte le news anche sul gruppo Whatsapp di GloboChannel.com cliccando sul seguente link d’invito.

error: Non sei autorizzato a copiare questo materiale. Per richieste e/o chiarimenti puoi scriverci.