Zucchero e insorgenza di Alzheimer, ecco lo studio che spiega il collegamento.

Uno studio inglese ha riportato dei risultati davvero importanti in merito al collegamento tra alti livelli di glucosio e lo sviluppo di malattie legate al declino cognitivo, indipendentemente dalla presenza o meno di altre patologie. Quanto zucchero abbiamo nel sangue non è solo indice della nostra salute attuale, ma anche di come il nostro cervello invecchierà. Lo studio effettuato dall’Imperial College di Londra e pubblicato sulla rivista Diabetologia indica chiaramente che le persone che hanno alti livelli di glucosio presentano anche un declino cognitivo molto più veloce, anche se non hanno mai sofferto di diabete. Quindi maggiore è la glicemia, più veloce sarà l’insorgenza di malattie come la demenza o l’Alzheimer.

Il team di ricercatori guidato Wuxiang Xieda ha raccolto dati tramite l’English Longitudinal Study of Aging, dal 2002 su un campione della popolazione inglese dai 50 anni e oltre. I partecipanti erano 5.189 e di questi è stato valutato vari livelli cognitivi, tra cui la percezione, l’attenzione, la memoria, il ragionamento in alcuni lassi di tempo( 2004-2005 e (2014-2015).

Oltre a questi parametri è stato tenuto sotto controllo anche il livello HbA1c, nota come emoglobina glicata utilizzata per controllare la concentrazione del glucosio in un lungo periodo di tempo. I risultati sono stati molto chiari: tutti i partecipanti andando avanti con il tempo hanno mostrato un declino cognitivo legato all’invecchiamento naturale, ma è risultato maggiore e più veloce per chi presentava alti livelli di HbA1c, anche se non aveva mai avuto problemi di diabete.“I nostri risultati mostrano una correlazione lineare tra i livelli circolanti di HbA1c e il declino cognitivo, indipendentemente dalla malattia” dicono i ricercatori.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La ricerca in merito deve comunque continuare e approfondire, ma la cosa importante e certa è che bisogna cercare di seguire una dieta povera di zuccheri, perchè sicuramente più salutare. ( ricordiamo che gli zuccheri non si trovano solo nei dolci, ma anche nei carboidrati). Un’alimentazione equilibrata può fare la differenza, per la salute attuale e quella futura.

Fonte: wired.it

- Prosegue dopo la pubblicità -

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E’ inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando “MI PIACE” e poi “segui” su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.

- Prosegue dopo la pubblicità -