Uomini: similitudini tra cervello e testicoli secondo nuovo studio

Sperm production tubules under a scanning electron microscope. (Steve Gschmeissner/SPL/Getty Images)

Un nuovo studio sui testicoli umani ha trovato una quantità inquietante di somiglianze tra il cervello degli uomini e le viscere dei loro scroti:

“Il cervello e i testicoli hanno il maggior numero di proteine ​​comuni, rispetto ad altri tessuti del corpo umano”scrive nel loro nuovo articolo un team guidato dallo scienziato biomedico Bárbara Matos dell’Università di Aveiro in Portogallo. Mentre il cervello ha un ruolo molto complesso – controllare i nostri corpi, ricevere e interpretare i segnali dagli organi sensoriali, per non parlare di tutto il nostro pensiero e sentimento, i testicoli umani hanno solo due funzioni principali:

- Prosegue dopo la pubblicità -

la produzione di sperma e ormoni. (Anche se molti di noi dovrebbero essere perdonati per aver attribuito a queste gonadi anche i propri pensieri e sentimenti.) Precedenti studi hanno suggerito che ci sono collegamenti tra disfunzioni sessuali e disturbi cerebrali , e anche tra intelligenza e qualità dello sperma. Naturalmente, tali collegamenti non significano molto da soli, ma ora il team di ricercatori del Portogallo e del Regno Unito ha trovato una spiegazione del perché potrebbero esistere. Hanno confrontato le proteine ​​di 33 tipi di tessuto, tra cui cuore, intestino, cervice, ovaie e placenta, e hanno scoperto che i testicoli e il cervello condividono 13.442 proteine ​​in comune. Ciò è confermato da studi sull’espressione genica che mostrano che questi due organi posizionati distanti condividono il maggior numero di geni tra tutti gli organi del corpo. Esaminando più da vicino le proteine ​​condivise più espresse in questi tessuti, Matos e colleghi hanno scoperto che sono principalmente coinvolte nello sviluppo dei tessuti e nella comunicazione cellulare. Queste proteine ​​condivise hanno senso se si considera quanto inaspettatamente simili i due tessuti siano in molti modi, spiega il team .

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il cervello e i testicoli sono entrambi avidi di energia per alimentare processi altamente impegnativi come il pensiero e la produzione di diversi milioni di piccoli spermatozoi al giorno. Quindi entrambi gli organi hanno cellule specializzate per supportare i neuroni laboriosi nel cervello e le cellule germinali nei testicoli, per mantenerli ben nutriti e fisicamente a loro agio. Inoltre, nonostante siano cellule con finalità molto diverse, i neuroni funzionano in modo simile allo sperma in diversi modi. Entrambe le cellule hanno compiti importanti che comportano lo spostamento di cose dall’interno di se stesse al loro ambiente esterno, un processo chiamato esocitosi. Questo è il modo in cui le cellule cerebrali passano i neurotrasmettitori tra loro. Nello sperma, lo stesso processo viene utilizzato per rilasciare importanti fattori di fertilizzazione. Nei neuroni, l’esocitosi è anche coinvolta nella crescita dei loro piccoli bracci ramificati chiamati collettivamente neuriti (dendriti e assoni), mentre nello sperma questo processo consente alle sue interiora di fondersi con un uovo. “Questo è un argomento poco esplorato e la connessione tra questi tessuti deve essere chiarita, il che potrebbe aiutare a comprendere le disfunzioni che colpiscono cervello e testicoli”ha scritto il team . Questi risultati sollevano molte domande, l’ovvio è come hanno fatto due organi così disparati a condividere così tanto in comune? I ricercatori sospettano che sia perché entrambi sono fortemente influenzati dal processo di speciazione. Proprio come gli animali separati da milioni di anni di evoluzione e evoluti a mezzo mondo di distanza l’uno dall’altro possono sviluppare gli stessi tratti, così anche i diversi gruppi di tessuti all’interno del corpo umano.

Ad esempio, a differenza della maggior parte degli altri animali, i  koala hanno impronte digitali confusamente  simili alle nostre – grazie all’ovvia pressione selettiva esercitata dal nostro (beh, i nostri antenati primati) hanno bisogno di afferrare gli alberi – nonostante 70 milioni di anni di evoluzione tra di noi. Questo processo è chiamato evoluzione convergenteIn questo caso, i ricercatori propongono che le stesse pressioni selettive coinvolte nel mantenere le specie distinte l’una dall’altra possano essere imposte su entrambi gli organi, facendoli evolvere in modo convergente. Indicano 60 geni codificanti proteine , unici per l’uomo, molti dei quali si trovano nel cervello e nei testicoli. “I più alti livelli di espressione nella corteccia cerebrale e nei testicoli hanno suggerito che questi geni possono contribuire a caratteristiche fenotipiche esclusive dell’uomo, come la migliore capacità cognitiva”ha scritto il team . Mentre i proprietari di testicoli potrebbero non essere così entusiasti di queste rivelazioni biologiche, il resto di noi potrebbe essere incline a pensare che abbia molto senso. Ma prima di andare troppo avanti, questa scoperta significa che anche i cervelli femminili condividono queste somiglianze con le cosiddette palle. La loro ricerca è stata pubblicata sulla Royal Society Open Biology .

- Prosegue dopo la pubblicità -

 

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.