Il primo tram d’Europa alimentato da una cella a combustibile a idrogeno

La società tedesca HÖRMANN Vehicle Engineering sta sviluppando un’innovazione unica insieme alla società HeiterBlick GmbH e alla società Flexiva Automation & Robotik: il primo tram in Europa alimentato da una cella a combustibile a idrogeno.

Il Ministero Federale dei Trasporti e delle Infrastrutture Digitali (BMVI) ha dato il via libera al progetto con l’approvazione della concessione dei fondi. Il progetto è finanziato dal BMVI nell’ambito del Programma nazionale di innovazione per la tecnologia dell’idrogeno e le celle a combustibile (NIP 2) con un totale di 2,1 milioni di euro. La linea di finanziamento è coordinata da NOW GmbH ed eseguita dall’agenzia di project management Jülich (PtJ).

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il prototipo del tram a celle a combustibile a idrogeno sarà presentato da Heiterblick nei prossimi quattro anni. La spinta innovativa consente alle società di tram urbane di aprire nuove rotte, dove le linee aeree sono difficili o impossibili da implementare per motivi ecologici, urbani o di traffico. In questo modo, nuovi quartieri e periferie possono essere sviluppati molto più facilmente.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Tutte le grandi città saranno costrette a trovare nuove soluzioni di mobilità nei prossimi anni a causa degli obiettivi di politica climatica del governo federale. L’attuale infrastruttura raggiungerà rapidamente i suoi limiti di capacità. La rapida fornitura di trasporti pubblici rispettosi dell’ambiente richiede un ripensamento.

Volkmar Vogel, Vice President of Business Development presso HÖRMMANN Vehicle Engineering. Le compagnie di trasporto stanno pianificando sempre più nuove reti tranviarie senza linee aeree. Tra l’altro, il fatto che non ci siano antenne per linee di contatto o linee elettriche per disturbare lo spazio aereo parla a favore della soppressione dell’alimentazione di trazione. Inoltre vengono eliminati tutti i cavi della corrente di trazione (linee di andata e ritorno) e le cabine di alimentazione. Inoltre, non sono necessarie complesse misure di sicurezza per proteggere gli utenti dello spazio urbano da incidenti sulle linee aeree.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Poiché per la tramvia a celle a combustibile sono necessarie “solo” rotaie, è possibile ottimizzare la pianificazione e l’utilizzo dello spazio stradale pubblico. Non sono più necessarie lunghe procedure di approvazione e interventi su proprietà di terzi.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il progetto crea le condizioni per realizzare nel prossimo futuro il primo esempio applicativo di un innovativo tram a celle a combustibile su rotaia in Europa. Attraverso la costruzione e il funzionamento di prova dei componenti di un tram a idrogeno, è possibile raccogliere e valutare i dati del banco di prova e successivamente i dati sul campo, che dovrebbero confluire nel successivo sviluppo in serie.

Fonte: ecoinventos.com

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.